Soundtrack: la musica per correre

Soundtrack: la musica per correre

“I veri atleti non ascoltano musica, si ascoltano quando corrono” [cit.]

Ok, io non sono una vera atleta. Io corro per tutti questi motivi messi insiemi e quindi ascolto musica.

Esatto. Io non ho ancora finito di allacciarmi le scarpe che già ho gli auricolari nelle orecchie. Perché per me la musica è una distrazione dalla fatica, un ritmo da battere con le mani per incoraggiarmi, una canzone che amo da (provare a) cantare – con la scusa di “fare fiato”- quando nessuno mi sente.

Di base per me la musica è linfa vitale, è l’accompagnamento naturale ai gesti di tutti i giorni, è quel “qualcosa” che riempie lo spazio tra le mie azioni e il luogo in cui mi trovo.
Quindi era naturale che ascoltassi musica anche correndo.

Ma cosa mettersi in cuffia per correre? Cosa scegliere di tutto il creato musicale? Cosa selezionare per accompagnare un momento così intimo come la corsa?

Già da tempo la versione mobile di Spotify ha colto le potenzialità dei migliaia di runner che come me sono magari “poco atleti” ma tanto “musicodipendenti”, offrendo la possibilità di ascoltare playlist con musiche a BPM calibrate ad hoc sulla base del proprio ritmo nella corsa (storie di accelerometri ecc…).
Io personalmente non l’ho mai testato, forse per paura che, una volta registrato il mio passo, mi venisse proposta una playlist basata su Chopin come soundtrack. Possibile.

In compenso ho provato ad ascoltare svariate raccolte già fatte per l’allenamento, la corsa, crossfit, ecc…ma nessuna mi ha mai soddisfatta davvero…nessuna ha suggellato come avrei voluto il mio allenamento.

E allora una sera, in preda forse ad un’insonnia acuta, ho creato la mia playlist “Running”  (il nome è d’avanguardia pura, lo so) le cui canzoni sono state scelte con un criterio sensato e profondo: mi piacciono, le conosco abbastanza da canticchiarle, mi legano a bei ricordi.

C’è un po’ di rock, di indie-rock, qualche pezzo pop più recente e la mia preferita, divertentissima Fa-Fa-Fa dei Datarock, così funky, così calzante per via del testo, così piena di ricordi di passata vita milanese.

E’ questa per me la colonna sonora perfetta: un mix di musica che mi piace. Perché alla fin fine di passare un’ora, in un momento tutto mio, ad ascoltare una musica che si coordini perfettamente con il mio passo, ma completamente distante dalla mia persona…no, non fa per me.

Rispondi