Perché?

“Il corpo umano è disegnato per correre.
L’anima per sognare.
Unisci le due cose e correrai per sempre.”

E’ bello sapere che qualcuno legge ancora la pagina “Perchè” dei siti internet. Sono molto orgoglioso della frase che ho scritto sopra e sapere che qualcuno la stia leggendo mi rende felice. Condividila se vuoi 🙂 .

Grazie per essere qui. Lavorando nel settore (dirigo un’agenzia di Digital Marketing a Londra), so bene che è cosa rara che un utente “passi del tempo” a leggere una pagina così. Siamo tutti di fretta e lo capisco. Spesso discuto con i clienti per far sì che questa pagina abbia un senso, un’anima propria e soprattutto che sia in grado di esprimere veramente il “perchè” di qualcosa, proprio perchè chi decide di fermarsi a leggere, ci sta donando il propri tempo, sacro.

Ok, tornando al mio perchè:

Sono Simone Luciani.

Ho iniziato a correre per sfida. La mia prima gara di corsa fu la maratona di Milano. L’ho corsa senza allenamento, schiantandomi al suolo al 36esimo chilometro con crampi e impossibilità a camminare. Venivo dal calcio e non avevo mai corso più di un campo di calcio su e giù rincorrendo avversari e palla. Da quella “sconfitta” nel non finire la mia prima gara, è partita la sfida con me stesso di finire una maratona. Avevo 22 anni.

Per oltre 5 anni, non correrò mai più una gara così lunga. Con un po’ di fortuna, destino e intuito, finisco in una società d’atletica che mi fa innamorare dell’atletica leggera. Divento un “mezzofondista”, ovvero un atleta da medie distanze.

Con il tempo, ho avuto modo di correre quasi tutte le distanze ufficiali (dai 200 metri alla Maratona) con discreti risultati.

Ho cambiato quattro allenatori e quattro squadre d’atletica.

Ho partecipato ad un campionato nazionale e tantissime gare interregionali e regionali. Ho sofferto, ho pianto, ho sorriso e ho gioito.

Ricordo ancora il mio personale sui 1500 mt, che mi ha regalato anche il titolo provinciale, 4minuti e 4 secondi, o la mia prima volta di un 800 metri sotto i due minuti!

Ma il ricordo più bello è stato quando ho corso la mia prima maratona dopo la mia prima maratona. No non è un errore. La Maratona di New York è stata la mia vera prima maratona da Runner. Ho corso in 2 ore e 55 minuti. A pezzi, ma ho corso sotto le tre ore al primo tentativo. Da li ho corso altre 9 maratone, migliorando di molto quel tempo.

La maratona è una gara che mi illumina l’anima.

Nel 2018 sono diventato il terzo italiano nella storia a correre tutte le 6 World Marathon Majors sotto le tre ore.

Da li, l’idea di aiutare altri atleti a raggiungere i propri sogni condividendo con la community e su Youtube errori e successi, spesso quasi in diretta, documentando le mie avventure. 

“Esco a correre” è la frase che separa la propria vita dalla propria corsa,
l’essere in relazione con il mondo dall’essere in relazione con se stessi,
la sfida pubblica da quella intima.
Io ho reso la mia sfida un po’ più pubblica sperando di incentivare le persone a correre.

La missione:

Incentivare più persone possibile a cercare e trovare la propria migliore versione di se stessi attraverso la corsa.

I canali:

Esco a Correre è una community composta da:

Simbolo (Il Braccialetto di Esco a Correre):

Il simbolo di riconoscimento della community è un braccialetto, che non si può acquistare da nessuna parte, ma si può solo vincere in diversi contest, essendo attivi nella community. Il modo più semplice per vincerlo è commentando la domanda del giorno su Youtube.

Braccialetto di Esco a Correre

Grazie ancora per essere arrivato/a fino a qui.

A presto e buona corsa.

Simone Luciani

(Visited 245 times, 1 visits today)

Comments are closed.

Close