Written by 5:10 pm Pensieri di corsa

Il Futuro della Maratona Maschile: Tra Tragedia e Speranza

FUTURO MARATONA

In questo articolo parliamo del futuro della maratona dopo la scomparsa di Kelvin Kiptum e l’avvicinarsi delle Olimpiadi. Vedremo nel dettaglio anche la nazionale italiana.

Il futuro della Maratona dopo Kiptum

Indice

La Tragica Scomparsa di Kelvin Kiptum

Kelvin Kiptum, un talento precoce nel mondo della maratona, ha lasciato un’impronta indelebile nonostante la brevità della sua carriera.

Kelvin Kiptum – Photo copyright Getty

A soli 24 anni, ha stabilito il record mondiale alla maratona di Chicago con un tempo di 2:00:35, superando il precedente record di Eliud Kipchoge. Questo traguardo, unito alla sua promessa di abbattere la barriera delle due ore, ha alimentato grandi speranze per il futuro.

La sua improvvisa scomparsa ha profondamente colpito la comunità dell’atletica, infrangendo i sogni e le aspirazioni legate a un atleta considerato tra i più promettenti della sua generazione.

La reazione della famiglia e dell’ambiente sportivo alla notizia della sua morte evidenzia il vuoto lasciato da Kiptum, un vuoto che va oltre il semplice ambito sportivo, riflettendo il dolore di una comunità unita dallo sport.

Sisay Lemma: Potrebbe essere lui a correre sotto le 2 ore?

Sisay Lemma Kasaye, nato il 12 dicembre 1990, è un prominente corridore di lunga distanza etiope con una carriera segnata da significativi successi nel mondo delle maratone.

Lemma ha iniziato il suo percorso nell’atletica all’età di 17 anni, gareggiando inizialmente a piedi nudi a causa della mancanza di scarpe da corsa.

Questo inizio umile non lo ha scoraggiato; al contrario, ha sottolineato la sua determinazione e passione per la corsa.

Tra i successi di Lemma spiccano la vittoria alla Maratona di Londra del 2021 con un tempo di 2:04:01 e l’aver stabilito il record del percorso alla Maratona di Valencia del 2023 con un impressionante tempo di 2:01:48. Questa prestazione alla Maratona di Valencia lo ha portato al quarto posto nella lista dei tempi migliori di sempre nella maratona maschile e il secondo miglior tempo del 2023 dietro solo a Kelvin Kiptum (record del mondo), mostrando il suo eccezionale talento e resistenza​​​​.

Ha ottenuto vittorie in diverse maratone, tra cui la Maratona d’Italia del 2012, la Maratona di Varsavia Orlen nel 2013 e la Maratona Città di Vienna con un tempo personale migliore di 2:07:31. Inoltre, Lemma si è classificato al terzo posto nella Maratona di Berlino del 2019, stabilendo un personale di 2:03:36, e ha raggiunto il terzo posto nella Maratona di Tokyo del 2020​​.

I successi di Lemma vanno oltre le singole gare. È stato tre volte medaglia di bronzo nelle principali maratone e si è costantemente classificato tra i primi 8 nelle principali maratone, sottolineando il suo status di figura di spicco nella corsa di lunga distanza​​.

Dopo Kipchoge, è sicuramente l’atleta in vita che ha più possibilità di migliorare il record del mondo in Maratona.

Jacob Kiplimo

Jacob Kiplimo, nato il 14 novembre 2000 in Uganda, si è affermato come uno dei più promettenti corridori di lunga distanza al mondo. La sua carriera, iniziata con umili origini in una famiglia di coltivatori di mais, lo ha visto emergere attraverso la competizione e la dedizione, ispirato dai suoi fratelli maggiori che erano anch’essi atleti. La sua prima gara significativa nel 2015 ha rivelato il suo talento, nonostante gli fosse stato detto che era troppo giovane per competere a livello internazionale. Dopo essersi trasferito in Toscana, Italia, per allenarsi, Kiplimo ha continuato a raccogliere successi, vincendo la medaglia di bronzo sui 10.000m ai Campionati del Mondo U20 e partecipando alle Olimpiadi di Rio nei 5000m​​.

Kiplimo ha stabilito il record mondiale nella mezza maratona a Lisbona il 21 novembre 2021, con un tempo di 57:31, superando di un secondo il precedente record. Questa prestazione lo ha visto distanziare significativamente i suoi avversari già dai primi chilometri di gara, dimostrando un’incredibile capacità di mantenere un passo eccezionale fino alla fine​​.

Il suo percorso verso il successo non è stato privo di ostacoli, compresa una pausa forzata a causa di un infortunio al ginocchio che lo ha tenuto fuori dalle competizioni per quattro mesi. Tuttavia, il suo impegno e la capacità di superare le difficoltà lo hanno aiutato a tornare più forte, come dimostrato dalla sua vittoria nella mezza maratona e dai tempi record stabiliti nel 2020 e nel 2021​​.

Kiplimo è un esempio di dedizione e resilienza, con prestazioni che non solo lo hanno reso un campione nel suo paese ma hanno anche ispirato molti altri in Uganda e nel mondo dell’atletica leggera. Con una carriera ancora in piena evoluzione, il futuro promette nuovi successi e forse ulteriori record mondiali per questo eccezionale atleta.

E’ lui il talento che il mondo ha bisogno per vedere abbattuto il muro delle 2 ore in maratona?

Eliud Kipchoge


Eliud Kipchoge, nato il 5 novembre 1984, è considerato uno dei più grandi maratoneti di tutti i tempi. Ha conquistato due titoli olimpici nella maratona (2016 e 2020) e detenuto il record mondiale nella maratona dal 2018 al 2023 con un tempo di 2:01:09, stabilito alla Maratona di Berlino del 2022. La sua carriera illustre include vittorie in numerose maratone maggiori, dimostrando una dominanza rara nel lungo periodo​​.

Kipchoge ha iniziato la sua carriera vincendo il titolo mondiale junior di corsa campestre nel 2003 e successivamente il titolo mondiale nei 5000m nello stesso anno. Dopo una carriera di successo sulla pista, ha fatto il passaggio alla corsa su strada nel 2012, debuttando nella mezza maratona con il secondo tempo più veloce mai registrato fino a quel momento. Il suo debutto nella maratona è stato altrettanto impressionante, vincendo la Maratona di Amburgo nel 2013 con un tempo da record del percorso​​.

Forse, uno dei suoi successi più notevoli è stato completare la maratona in meno di due ore (1:59:40) a Vienna nel 2019 per l’Ineos 1:59 Challenge. Anche se questa prestazione non è stata riconosciuta come un record mondiale ufficiale a causa delle condizioni specifiche dell’evento, ha segnato un momento storico nello sport​​.

Kipchoge non ha solo lasciato il segno con i suoi risultati sportivi ma anche con la sua filosofia di vita e il suo approccio all’allenamento. Vive una vita semplice e concentrata, attribuendo a questo stile di vita gran parte del suo successo. Nonostante gli innumerevoli successi, continua a stabilire obiettivi futuri, come vincere tutte le Major Marathons e migliorare il suo personale nella mezza maratona​​.

Eliud correrà la Maratona di Tokyo in preparazione alle prossime olimpiadi di Parigi. Sarà in grado di migliorare il record del mondo fatto da Kiptum? L’età sicuramente non è dalla sua parte.

Altri atleti?

La sfida di infrangere la barriera delle due ore nella maratona continua a stimolare atleti e appassionati in tutto il mondo.

Questo obiettivo, una volta ritenuto quasi irraggiungibile, è ora considerato alla portata grazie ai progressi nella scienza dello sport e all’emergere di talenti straordinari. Tra questi giovani promettenti, molti mostrano già tempi impressionanti e una dedizione che lascia sperare in futuri record. Sebbene al momento specifici nomi emergenti oltre a Sisay Lemma non siano stati menzionati, il flusso costante di nuovi talenti dall’Etiopia, dal Kenya e da altre nazioni rinomate per la corsa di lunga distanza suggerisce che la maratona sotto le due ore potrebbe non essere un sogno troppo lontano.

L’Italia è pronta per le olimpiadi

L’Italia si avvicina alle Olimpiadi con una squadra di maratoneti di notevole talento, avendo qualificato sei atleti per le gare di Parigi. Tra questi, Yeman Crippa spicca per aver stabilito il nuovo record italiano con un tempo di 2h06:06 a Siviglia, settimana scorsa.

Chi è Yeman Crippa?

Yeman Crippa è un atleta italiano di origini etiopi che si è distinto nel mezzofondo e nella maratona. Ha iniziato a farsi notare già da giovane, vincendo medaglie in competizioni junior e progressivamente stabilendo record italiani in diverse distanze. Tra i suoi successi più notevoli ci sono la medaglia d’oro nei 10000 metri agli Europei di Monaco di Baviera nel 2022, la medaglia di bronzo nella stessa specialità agli Europei del 2018, e l’ottavo posto nei 10000 metri ai Campionati mondiali di Doha nel 2019 con un tempo che ha battuto il record italiano di specialità stabilito trent’anni prima.

Nel 2020, Crippa ha stabilito il nuovo record italiano nei 3000 metri piani al Golden Gala Pietro Mennea. Ha anche partecipato ai Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021, classificandosi 11º nei 10000 metri piani. Un altro traguardo significativo è stato il record italiano di mezza maratona stabilito nel febbraio 2022, diventando il primo italiano a scendere sotto l’ora nella disciplina.

Più recentemente, nel febbraio 2024, Crippa ha stabilito il nuovo record italiano nella maratona con un tempo di 2:06’05” alla maratona di Siviglia, dimostrando la sua eccellenza anche nelle lunghe distanze. Questo risultato lo ha piazzato al quarto posto nella competizione, evidenziando ulteriormente il suo talento e la sua versatilità come corridore​​​​​​.

Gli altri qualificati italiani

Gli altri qualificati in ordine di tempo, Eyob Faniel (2h07:09), Iliass Aouani (2h07:16), il fratello maggiore di Yemen, Nekagenet Crippa (2:07:35), Daniele Meucci (2h07:49), e Yohanes Chiappinelli (2:09:46), mostrano la profondità e la forza del team italiano.

Purtroppo, verranno schierati solo tre atleti al via per nazione.

Tra le donne invece, abbiamo due atleti qualificati: Giovanna Epis e Sofiia Yaremchuk.

Questi successi, insieme alle aspettative elevate per Parigi, segnano un periodo promettente per l’atletica leggera italiana nel contesto della maratona mondiale.

Conclusioni

Il futuro della maratona resta roseo, nonostante la dipartita del giovane Kelvin Kiptum, che verrà comunque ricordato a lungo, come l’atleta in grado di spostare i limiti di Kipchoge.

Secondo te, chi sarà il prossimo a fare il record del mondo in maratona?

Vuoi migliorare nella corsa?

Abbiamo creato la Esco a Correre Academy, che vi darà accesso a vari servizi, tra cui
Video call esclusive con pochi partecipanti dove parleremo di allenamenti e molto altro,
Gruppo telegram segreto ed esclusivo per Q&A con il sottoscritto e dibattiti tra i runners,
Tabelle personalizzate, Servizio di Coaching e molto altro.

Trovate tutto qui.

Sono pochissimi i posti a disposizione in quanto possiamo prendere pochi atleti l’anno, quindi affrettati!

(Visited 106 times, 1 visits today)
Close