10 cose da sapere prima di iniziare a correre che gli altri blog non ti diranno mai

10 cose da sapere prima di iniziare a correre che gli altri blog non ti diranno mai

Premessa: quanto segue non è basato su fondamenti scientifici ma su esperienze personali. O meglio, sono i consigli che potrebbe darvi un amico che ha corso un po’ più di voi. Sono consigli ideati per persone normali e testati sulle spalle di Laura, che ha sempre giocato pallavolo e un giorno ha deciso di iniziare a correre.

La maggior parte dei blog parlano, quando danno consigli a chi inizia a correre, di calorie, ritmo, carboidrati, tempo, giri/km/minuti… Questo post, no. Parla di altro.

  1. Quando ci si avvicina alla corsa si è soprattutto spaventati. Nessuno da un livello di allenamento zero arriva sereno a 5 km, anche lenti. Quindi, la prima cosa da sapere è che quella sensazione che sentite, quel vado-ma-magari-vado-domani-che-oggi-fa-freddo-non-so-poi-sudo-mi-viene-il-cagone è normale e si chiama spavento. Se conosci il tuo nemico, hai più chances di sconfiggerlo.
  2. Iniziare a correre non significa correre. Significa muovere le gambe. Se partite da una buona condizione fisica, allora potete muovere le gambe in modo più “allegro”. Se avete appena terminato il campionato mondiale del grasso insaturo e vi allenate da anni per quel campionato, allora iniziate a muovere le gambe. Poi penserete a correre. Se siete sovrappeso, se quando fate le scale iniziate a sudare, se quando siete in ritardo camminate veloce per 50 mt e arrivate in ufficio sudati, non dovete assolutamente correre. Dovete iniziare a camminare veloce, per periodi di tempo progressivamente crescenti. Non sentitevi in colpa, voi state iniziando a muovervi, più di così non potete fare.
  3. I dolori che sentite dopo la corsa possono essere causati dalla fatica, sicuramente lo saranno. Però se sentite dolore a tendini, nervi, legamenti, ginocchia o in luoghi del vostro corpo che non pensavate di avere, indossate le scarpe sbagliate. Le scarpe nella corsa sono fondamentali.
  4. Dopo avere corso, potete mangiare normalmente. Già correte, ed è una faticaccia, ci mancherebbe se vi tocca pure di mangiare un’insalatina scondita… a meno che non abbiate un medico una dieta speciale da seguire, ovvio. Però un medico che vi prescrive di iniziare a correre e in contemporanea di fare la dieta è un medico che odia la corsa. Secondo me, ma non sono un dietologo, dopo un buon allenamento potete anche gratificarvi con un pasto leggermente al di sopra della norma, ma come il resto questa è esperienza personale.
  5. Quando iniziate a correre tutto ciò che sono tempi, ritmi, chilometri non contano. Conta come state. Dovete stare bene, muovervi e stare bene, perché lo sport e il movimento fanno stare bene senza faticare, vomitare, fare scatti in salita o tentare imprese impossibili.
  6. Visto che conta come state, mettetevi le cuffiette e ascoltate la vostra musica preferita, magari ritmata che vi dia un po’ di spinta, di carica. Tra poco, se continuerete, sarà inconcepibile correre con la musica nelle orecchie. Altrimenti, meglio ancora, fatevi accompagnare e chiacchierate mentre correte / camminate. Fate fiato, vi beccate bene.
  7. Quando iniziate a correre, se andate a correre con un’ amica o amico che corrono già, lui o lei correranno di più e meglio di voi. Ma questa è una situazione momentanea. Se vi allenate con impegno, sembra incredibile, li raggiungerete e forse li supererete.
  8. Cercate di migliorarvi, sempre. Siate ambiziosi. Cercate di non tornare indietro e di aggiungere piccoli e costanti pezzettini al vostro allenamento.
  9. Se vi svegliate alla mattina e la prima cosa a cui pensate è “oggi ho allenamento, che bello correrò!“, siete arrivati.
  10. La corsa è faticosa, non credete a chi vi dice il contrario. La svolta la vivrete quando apprezzerete la fatica.

 

Pic by marcovdz@flickr

Iscriviti alla Newsletter!

Non sei fuori a correre... allora devi assolutamente iscriverti alla nostra newsletter! Così riceverai una notifica con tutti i nostri nuovi contenuti. Non spammiamo, promesso!
Nome
Last Name
Email
Secure and Spam free...

“Pain is inevitable. Suffering is optional”

Vai al mio profilo.

There is 1 comment for this article

Rispondi