Alimentazione per la corsa: La Pasta

Alimentazione per la corsa: La Pasta

Molto spesso mi sento chiedere se per correre tanti chilometri devo mangiare tanta pasta.

Pasta equivale a carboidrati e sappiamo bene che un runner ne ha bisogno in una discreta quantità per rifornire o ripristinare le scorte muscolari di glicogeno.

Il glicogeno in sostanza è la “benzina” che il muscolo utilizza per far correre la nostra macchina-corpo più velocemente.

Bisogna tuttavia tenere presente una regola base: se assumo i carboidrati prima della corsa per fornire energia o subito dopo la corsa per per ripristinare il glicogeno opero correttamente, mentre se consumo i carboidrati lontano dallo sforzo causo un aumento rapido dell’ormone insulina (che può causare un fattore di rischio per la salute) e facilito l’accumulo di carboidrati sotto forma di grassi.

Ecco perché se si è sedentari e si mangiano tanti carboidrati si ingrassa.

E quale tipo di pasta preferire?

Di tipi di pasta ne esistono molte varietà anche se possiamo dividere quattro categorie: pasta di semola di grano duro, pasta all’uovo, pasta integrale e pasta con farine speciali.

La pasta di semola di grano duro è un carboidrato molto raffinato, contiene molto glutine ed ha un indice glicemico alto.

La pasta all’uovo è più proteica ma ha comunque un indice glicemico piuttosto elevato

La pasta integrale invece ha un indice glicemico più basso e di conseguenza impedisce l’innalzamento rapido dell’insulina

La pasta speciale è quella ottenuta con la farina di kamut, di grano saraceno o di farro. Questi tipi di pasta contengono più proteine e lipidi e molti minerali in particolare magnesio, zinco e vitamina E.

Bisognerebbe dunque saper variare le tipologie di pasta anche in base al tipo di allenamento che andremo a fare o al momento in cui assumiamo l’alimento.

Se consumiamo pasta a mezzogiorno in vista di un allenamento sarà preferibile la pasta integrale o speciale con un indice glicemico inferiore, mentre dopo l’allenamento per ripristinare le scorte di glicogeno sarà ottimale la pasta di semola di grano duro o quella all’uovo.

Ma anche qui andrà fatta un’ulteriore distinzione: se consumiamo pasta alla sera facciamo attenzione a non eccedere con troppe quantità per non causare un accumulo di massa grassa.

Noi italiani siamo il popolo della pasta e il runner ne è il portavoce…un piatto di pasta al giorno può solo far bene ad un atleta, ma se proviamo a diversificare l’alimentazione puntando anche su prodotti diversi quali la pasta integrale o speciale sono certa che si migliorerà la propria prestazione fisica e si starà sicuramente meglio.

Iscriviti alla Newsletter!

Non sei fuori a correre... allora devi assolutamente iscriverti alla nostra newsletter! Così riceverai una notifica con tutti i nostri nuovi contenuti. Non spammiamo, promesso!
Nome
Last Name
Email
Secure and Spam free...

Ogni volta che ti allacci le scarpe e indossi il pettorale hai già vinto. Ma non si molla mai, il traguardo si taglia!

Vai al mio profilo.

Rispondi