Written by 12:14 pm Allenamenti

Come muovere le braccia nella corsa

Come usare le braccia nella corsa

Quando Corriamo, le Braccia Contano Davvero Tanto. Lo sapevi? In questo articolo parliamo di questo, con qualche spunto interessante sull’uso delle braccia nella corsa e la postura corretta da tenere.

Buona lettura.

Indice

Se sei un runner, probabilmente dedichi molto tempo a riflettere sulla posizione dei tuoi piedi, sulla tua postura e sul ritmo della tua corsa. E le braccia? Scommetto che ci pensi di meno. Eppure, la maniera in cui muovi le braccia durante la corsa ha un impatto profondo sulla meccanica delle tue gambe, sull’appoggio del piede e persino sulla tua capacità di inclinarti in avanti mentre corri. Ma allora qual’è il modo giusto di muovere le braccia quando corriamo?

Uso delle braccia e postura nella corsa

Il movimento corretto delle braccia nella corsa

In carriera ho avuto diversi allenatori e le informazioni che ho ricevuto sono più o meno sempre le stesse, tra l’altro tutte confermate nel mio percorso di studi per diventare poi running coach: bisogna tenere i gomiti piegati a circa 90 gradi, vicino al tuo corpo, le mani rilassate e le spalle basse. E, soprattutto, di evitare di far oscillare le braccia davanti al tuo corpo. Queste sono indicazioni di base, che di solito va bene per la maggioranza dei runners. Ma c’è un però. Siamo tutti diversi e ognuno di noi può avere una efficienza di corsa leggermente diversa, ed è giusto così.

Lo spiega molto bene Jae Gruenke, grande esperta nella tecnica di corsa, che ha analizzato la forma di corsa di centinaia di atleti, sia professionisti che amatori, e propone un’interpretazione diversa, che personalmente condivido molto.

Sul suo sito, The Balanced Runner, sostiene che le mani dovrebbero rimanere vicino al corpo, e che i gomiti dovrebbero piegarsi quanto necessario per rendere questo movimento naturale. Ciò significa che l’angolo del gomito sarà probabilmente maggiore di 90 gradi, variando a seconda delle proprie proporzioni.

In effetti, il punto su cui Gruenke concorda con i consigli tradizionali è quello relativo al movimento trasversale delle mani. Suggerisce di immaginare di tracciare con le mani la linea di una delle costole inferiori, muovendole diagonalmente dallo sterno al fianco, sfiorando appena il centro del corpo.

E perché questa dovrebbe essere la tecnica migliore?

Gruenke afferma che tutto dipende dalla connessione delle braccia con il nostro core. Quando il core si muove in armonia e le mani sono vicine al cuore, questo è il modo naturale in cui le braccia dovrebbero muoversi.

E come ci aiuta tutto ciò a correre più velocemente?

Muovendo le braccia in questo modo, ossia tenendo le mani in alto e vicino al centro del corpo, si alza il baricentro, rendendoti meno stabile. Questa “instabilità” ti permette di muoverti più facilmente e di mantenere l’impulso.

Inoltre, tenendo le mani vicino al corpo si può anche migliorare l’appoggio del piede. Se hai l’abitudine di fare passi troppo lunghi, tenere le mani vicino al corpo può aiutare a correggere questo errore. Allo stesso modo, facilita l’inclinazione in avanti durante la corsa.

È fondamentale ricordare che questi suggerimenti sono pensati per chi corre dai 1.500 metri in su. La forma dei velocisti e dei mezzofondisti richiede alcune variazioni importanti e un atleta di endurance non dovrebbe assolutamente prendere spunto da degli sprinter.

Le guide linee per il movimento correto delle braccia

La verità è che non esiste un solo modo “corretto” di muovere le braccia durante la corsa.

Ogni atleta ha la sua tecnica. Quindi, ascolta il tuo corpo e lascia che faccia ciò che sente naturalmente, rispettando però alcune regole universali:

  1. I gomiti dovrebbero essere piegati tra 70 e 110 gradi.
  2. Tieni le mani vicino al tuo cuore. Questo facilita la circolazione del sangue.
  3. Rilassa le spalle.
  4. Permetti alle tue braccia di muoversi verso il centro, ma senza attraversarlo completamente.

Vuoi farti allenare?

Lo sapevi che Esco a Correre è anche una running academy? Se vuoi, puoi farti fare una tabella personalizzata per qualsiasi gara e distanza oppure puoi scegliere di farti allenare da uno dei nostri running coaches.

Buone corse!

PS. Lo sai che siamo anche su Youtube dove condividiamo allenamenti, storie e molto altro per la corsa?

Inoltre, abbiamo un Podcast, un Gruppo Facebook privato dove ti invito ad iscriverti e siamo anche su Instagram. Ti aspetto!

(Visited 274 times, 1 visits today)
Close