Written by 4:07 pm Pensieri di corsa

Correre al buio: 5 cose che faccio per correre in sicurezza

Correre al buio

Le giornate si accorciano sempre di più e le ore di luce che abbiamo a disposizione come runners sono sempre meno. C’è chi corre di notte, chi al mattino prestissimo, d’inverno di solito cambia poco.

Con questo articolo, vi racconto quello che faccio io per correre in sicurezza al buio, senza perdere la motivazione che può dare la mancanza di luce al mattino presto o alla sera dopo il lavoro.

Mi rendo visibile, il più possibile

La cosa più importante in assoluto, nella corsa al buio, è mettersi in sicurezza. Per correre al sicuro, è indispensabile rendersi visibili, usando abbigliamento catarifrangente e chiaro. Evitate i colori scuri. Quando acquisto il mio abbigliamento, cerco sempre di avere un’alternativa ad alta visibilità, spesso con elementi e dettagli catarifrangenti e fluorescenti.

Inoltre, ho acquistato da poco dei braccialetti luminosi da indossare ai polsi, che trovo molto utili per rendersi visibili in tratti molto scuri e pericolosi. Sotto trovate il mio modello:

Illumino il percorso con una lampada frontale

L’illuminazione non è sempre fondamentale, dipende da dove si corre. Ma se si ha intenzione di correre in posti poco illuminanti, allora le lampade frontali per il running diventano indispensabili.

Io adoro correre in un parco che ho poco distante da casa e al mattino presto d’inverno e alla sera dopo il lavoro è quasi del tutto non illuminato, se non in alcuni tratti. Con la lampada frontale riesco a correre in sicurezza. Tra l’altro, non so perchè, ma correre con una torcia rende la corsa ancora più emozionante. Sarà la sensazione di pericolo?

In qualsiasi caso, questa è la lampada frontale che uso in questo momento con cui mi sto trovando molto bene:

Corro contro le auto

In generale, questo lo faccio sempre, non solo quando è buio. Correre contro le auto, ovvero al senso opposto di marcia, è molto più sicuro, perchè hai immediata visibilità delle auto che ti vengono incontro e con dei riflessi e un po’ di fortuna di possono avere più possibilità di uno scontro in caso qualcosa vada storto.

Mi porto sempre il cellulare

Anche questo lo faccio quasi sempre. Il cellulare è indispensabile in caso di emergenza, ma non solo. La torcia incorporata può essere utile in caso si dovesse rimanere senza pile con la lampada frontale, sempre che l’abbiate con voi.

Evito di ascoltare musica, podcast o altro

Quando è buio, corro sempre senza cuffie, per avere tutti i sensi a disposizione per evitare i pericoli della strada poco illuminata. Meno distrazioni e più concentrazione sul percorso.

Evito strade pericolose

Se possibile, evita strade senza sufficiente marciapiede.o in generale troppo pericolose. So che sembra un consiglio banale, ma non sapete quante volte mi sono trovato in situazioni complesse, proprio perchè non ho pensato di evitare zone che al buio sono molto più pericolose.

Pianifico dove correrò

La pianificazione, quando si corre con scarsità di luce, è importante. Di solito evito strade che non conosco o percorsi del tutto nuovi. Di solito amo esplorare correndo, ma non al buio. Pertanto, pianifico che strade percorrerò, ancora prima di uscire di casa.

Correre di notte o al mattino presto

Che si corra di notte o al mattino presto, d’inverno cambia davvero poco. La scarsità di luce è abbastanza simile.

Può essere comunque un’esperienza bellissima e a volte, semplicemente un’esperienza indispensabile se si vuole continuare a correre anche nei mesi con le giornate più corte. Con un po’ di attenzione, e qualche uscita, diventerà una semplice routine.

Buona corsa, al buio, a tutti!

PS. Seguite il nostro canale Youtube.

(Visited 89 times, 1 visits today)
Close